Istella , il motore di ricerca made in Italy.

Istella , il motore di ricerca made in Italy.

istellaTiscali lancia ‘istella‘ una nuova tipologia di motore di ricerca, tutto italiano.

‘Non vogliamo contrastare Google, oggi muoviamo i primi passi con un servizio alternativo e complementare”, spiega Renato Soru, patron dell’azienda di tlc, sottolineando che l’algoritmo alla base di questo motore di ricerca ”e’ la qualita’ e il sapere condiviso” e non la popolarita’.

L’imprenditore sardo sembra pensarlo dai tempi di Arianna, il motore di ricerca costruito da tre ricercatori di Pisa, Giuseppe Attardi, Domenico Dato e Antonio Gulli, e acquistato nel 1999 da Tiscali. Arianna non è più in funzione dal 2001, ma il team che ha dato vita a istella, parola che in lingua sarda significa stella (è per questo che non va letto assolutamente all’inglese, mette in guardia Soru!)

Istella ha innanzitutto l’esigenza di diversificarsi dai motori di ricerca esistenti: non avrebbe senso fare una versione nazionale di Google, su Google si trovano già ampi contenuti italiani. Allora Tiscali ha puntato sui contenuti, cercando di offrirne di diversi, forse di più interessanti: istella, spiegano gli autori, permetterà “di scandagliare il web, il web nascosto fatto di archivi e di contenuti di inestimabile valore, e il sapere comune, per conoscere e condividere la cultura italiana, e non solo, dando la possibilità a tutti gli utenti di cercare, contribuire e condividere”.

La parte “social”, di condivisione dei contenuti degli utenti rappresenta una novità rispetto agli altri motori di ricerca. «C’è una coda lunga di sapere, che non proviene da nessun sito web e che magari non è in nessun archivio, ma che è negli archivi personali degli utenti», spiega Soru. 

Con Istella si dà, infatti, la possibilità di caricare documenti, immagini, video e audio di interesse comune, senza alcun costo, rendendoli immediatamente disponibili in rete. Attraverso la propria pagina personale, gli utenti possono effettuare la “pubblicazione” dei propri contenuti, che saranno indicizzati dal motore per essere facilmente ricercati in rete.

Vi lascio al video di presentazione di istella:

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *