Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per saperne di piu'

Approvo

Google Auto Draw è il nuovo strumento per realizzare immagini ideato da Google. Il progetto è  di offrire a tutti la possibilità di convertire i propri schizzi e scarabocchi in veri e propri disegni professionali.

Ecco il video in cui viene mostrato il funzionamento di questo nuovo tool:

 

La schermata inziale di Google Auto Draw è molto semplice e simile a quella di Paint; dopo aver disegnato ciò che si vuole realizzare è sufficiente premere su un tasto per veder trasformato quello che era, appunto, solo uno schizzo, una bozza, in un disegno professionale, chiaro e comprensibile, da scaricare in formato PNG e poterlo utilizzare per inviti, presentazioni e documenti vari. Il progetto Auto Draw si basa su un sistema di intelligenza artificiale che tenta di indovinare cosa l’utente volesse rappresentare con il proprio disegno e convertirle in immagini Autodraw. Queste sono state realizzare con la collaborazione di designer, illustratori e artisti professionisti.


Che mondo sarebbe senza Google?

Condividi su:

dislike

A fianco delle consuete “reactions” che accompagnano la ricezione di un messaggio su messenger di facebook, negli ultimi giorni, alcuni utenti della chat si sono ritrovati un’icona raffigurante un pollice rivolto verso il basso, pronto a fare il suo esordio.

Andando a testare le reazioni degli utenti di fronte all’aggiunta, al momento limitata alla sfera delle conversazioni private , Zuckerberg intende infatti sdoganare la piccola rivoluzione (che in realtà rappresenta più una reazione, dato che il tasto dislike era contemplato nel progetto iniziale del sito) per poi passare al vaglio il solito gruppo campione di utenti su scala globale e condurre ulteriori indagini in grado di stabilirne la specifica ricezione.

Facebook ha confermato questa nuova funzionalità a TechCrunch: "Siamo testando diversi modi per rendere Messenger sempre più divertente e coinvolgente. Si tratta di un piccolo test per permettere alle persone di condividere una emoji che rappresenti al meglio i loro sentimenti in un messaggio". Ciò significa che per ora non tutti hanno accesso alla funzione, ma se alla gente piacerà, le reazioni di Messenger verranno estese a tutti gli utenti.

Chissà se il tasto "Non mi piace" entrerà a far parte del nostro vivere social quotidiano?

Stay tuned!

 

Condividi su:

moby

Moby, Richard Melville Hall, cantante, musicista e compositore statunitense ha pubblicato qualche giorno fa su YouTube un nuovo video dal titolo “Moby & The Void Pacific Choir - Are You Lost In The World Like Me” che riguarda la condizione della società contemporanea, quella che nei 195 secondi del video viene dipinta dal regista e animatore Steve Cutts a tinte assai cupe, tra indifferenza, solitudine e grigie battute di caccia ai Pokémon. 

Non credo serva aggiungere altro, il video parla da solo. Riflettiamo. 

 

Condividi su:

logo-fertilityIl 22 settembre 2016 si celebra il primo Fertility Day, Giornata nazionale dedicata all’informazione e formazione sulla fertilità umana, istituita con Direttiva del Presidente del Consiglio dei ministri del 28 luglio 2016.

La giornata è promossa dal Ministero della Salute per aumentare soprattutto nei giovani la conoscenza sulla propria salute riproduttiva e fornire strumenti utili per tutelare la fertilità attraverso la prevenzione, la diagnosi precoce e la cura della malattie che possono comprometterla e le tecniche di Procreazione medicalmente assistita.

Già dalla prima campagna pubblicitaria si sono scatenate in rete molte polemiche. 

Ritirata la prima azione, si è ben pensato di recuperare il danno fatto con una campagna definita dai molti razzista! Andiamo bene. Ecco a voi:

fertility-1
Che bella figura #Lorenzin!

Come si può immaginare di fare una campagna pubblicitaria a favore del #FertilityDay utilizzando immagini a caso?

fertility-2

La prima, quella relativa alle “cattive abitudini” che mostra ragazzi di colore e con treccine afro è stata ripresa da una campagna fatta in Arizona contro l’uso di eroina. Perfetta direi. No?

L’altra, quella con il gruppo di giovani biondi, belli e sorridenti, proviene invece dalla pubblicità di uno studio dentistico. Non fa una piega.

No ma bravi questi creativi, clap clap. #FertilityFake #EpicFail

Condividi su:

I foglietti Post-it Super Sticky possono affrontare il vento, la pioggia, essere staccati temporaneamente ma ritornare tranquillamente al proprio posto.

Un po' come l'amore più profondo e duraturo che esista, quello di una mamma per il proprio figlio, un vero Sticky Love. Ecco la storia di Laura e del suo videodiario, il racconto della sua gravidanza e dei momenti da condividere e ricordare con sua figlia Elena, grazie ai Post-it Super Sticky.

Condividi su: